Quando organizzare un evento aziendale: le linee guida

quando organizzare evento aziendale

Tabella dei Contenuti

L’evento aziendale è una risorsa a disposizione di società, imprese e professionisti che offre molteplici prospettive e opportunità. Esso può essere utilizzato con diverse finalità e rivolgersi a pubblici differenti a seconda della tipologia di manifestazione e, soprattutto, degli obiettivi per cui si organizza. In questa guida vogliamo appunto analizzare tutte le ragioni per cui investire nell’organizzazione di un evento aziendale e quando vale la pena farlo.

LEGGI ANCHE: Eventi B2B: cosa sono e perché organizzarli | La guida

Attività di team building

Gli eventi aziendali, quando sono rivolti al solo personale interno, rappresentano eccellenti situazioni di team building, utili a creare coesione all’interno del gruppo, a migliorare l’affinità, ma anche a rafforzare il senso di appartenenza dei dipendenti alla società per cui operano. Il più classico esempio di attività di team building è la tradizionale cena aziendale, ma esistono possibilità pressoché infinite per organizzare momenti di gruppo, dalle esperienze adrenaliniche a serate ludiche, feste, competizioni sportive, spettacoli e tantissimo altro ancora.

Lancio di un nuovo prodotto

Tutt’altro tipo di approccio è quello utilizzato per eventi di lancio per nuovi prodotti e servizi: se per le iniziative di team building, il focus è incentrato sui rapporti interni, con gli eventi di lancio l’obiettivo è coinvolgere il pubblico, i mass media e gli influencer esterni, ponendo l’attenzione sulla novità di mercato, per favorire il passaparola e creare interesse. Di fatto, si tratta di un’ottima iniziativa promozionale, efficace per dare risalto e visibilità alle nuove proposte commerciali e, di riflesso, all’interno marchio.

Pubbliche Relazioni e Branding

Un evento brand può non coincidere con alcuna occasione nello specifico: è il caso degli eventi finalizzati a fare pubbliche relazioni e a promuovere l’azienda nel suo complesso, associando il marchio a una situazione piacevole, esperienziale. Anche in questo caso, gli esempi potrebbero essere tantissimi – serate di gala, sfilate, proiezioni pubbliche, spettacoli, premiazioni, cene eleganti, concerti – ma il focus è sempre lo stesso: far parlare di sé e coinvolgere gli influencer del settore.

Commemorazioni

Attorno alle commemorazioni si scrive e si racconta la narrazione di un marchio. Gli eventi commemorativi possono essere rivolti sia ai soli operatori interni che ad esterni come clienti e fornitori; in ogni caso, si tratta di appuntamenti formali – come un anniversario della fondazione o una kermesse organizzata appositamente per ricordare qualcosa di significativo per la storia aziendale – pensato per ribadire con autorevolezza la rilevanza del percorso societario, raccontandolo in maniera gioiosa.

LEGGI ANCHE: Come aumentare la visibilità della propria azienda online

Festeggiare un traguardo

È giusto che un’azienda festeggi i propri successi; non è solo una considerazione di buon senso, ma anche e soprattutto strategica: celebrare il raggiungimento di un traguardo attraverso l’allestimento di un evento è un modo efficacissimo di conferire credibilità e forza a un marchio. Solitamente, si tratta di cerimonie progettate appositamente per porre l’attenzione sul motivo del festeggiamento – il raggiungimento di un obiettivo di vendita, l’acquisizione di nuovi mercati, l’entrata in borsa, ecc. – e per fare in modo che se ne parli esternamente all’azienda, specie su canali autorevoli o ad alta esposizione mediatica.

Condividi l'articolo
Altro da leggere:
Commenti:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Smetti di cercare.
Inizia a immaginare

Nella nostra agenzia di marketing crediamo che l’immaginazione sia ciò che dà un senso a ogni cosa. Immaginare significa vedere ciò che ancora non c’è, ma che potrebbe essere, se ci credi davvero.